Agosto/Settembre - N. 182/183
Scritto da Redazione   

Apertura
Camminare con la Storia
di Ernesto de Martino a cura di Stefano De Matteis

Persuasioni
Ricordo di Luca Rastello
di Goffredo Fofi - La crisi tra Grecia e Europa di Giulio Marcon - Un’enciclica sul futuro della Terra di Raniero La Valle - Il papa incontra i valdesi di Guido Armellini - America oggi: il teorema della paura di Maria Nadotti - Charleston e la questione razziale di Silvia Giagnoni - Apartheid Usa 1984 di Audre Lorde - Il massacro dei mozambicani in Sudafrica una lettera di Mia Couto e la risposta di Jacob Zuma con una nota di Alessandro Triulzi - Due poesie di Ingrid de Kok - Spiagge, mafia e beni comuni di Alex Giuzio - Puglia e Italia, i nodi della politica di Guglielmo Minervini, con Alessandro Leogrande

Arte e parte
Il teatro di Rafael Spregelburd
Le nuove forme della fiction
di Rodolfo Sacchettini - Emozioni per un piano demenziale di Rafael Spregelburd incontro con Lorenzo Donati - Procedimenti di Rafael Spregelburd - Astuzia e saggezza di Luca Ronconi a cura di Oliviero Ponte di Pino
Haiti, l’esercito degli zombie
di Dany Laferrière incontro con Simona Cappellini - L’esilio e il terremoto di Paola Splendore
Cultura e massa
Scrivere, pubblicare
di Nicola Lagioia - Oltre il cinema di Emiliano Morreale - Più libere di quanto pensiamo di Roberta Mazzanti

Opere/giorni
Traverso e la fine degli intellettuali
di Piergiorgio Giacchè - Byung-Chul Han e il digitale di Marco Gatto - La letteratura secondo Asor Rosa di Alfonso Berardinelli - Lelio Basso, un socialista del ’900 di Mariuccia Salvati - La canzone più ascoltata di Quit the Doner

Letto, visto, ascoltato
Carlo Levi, Sergio Lariccia / Tommaso Pincio, Fabio Stassi, J. K. Stefánsson, George Saunders, Alex Shoumatoff /  Jayro Bustamante, Ruben Ostlund

Leggi tutto...
 
La crisi tra Grecia e Europa
Scritto da Giulio Marcon   

Tra la fine di giugno e luglio la brusca accelerazione della crisi tra Grecia e Europa non solo ha aperto nuovi scenari economici e internazionali, ma ha anche stabilito un discrimine, un punto di rottura nel futuro dell’euro e dell’Unione europea. Dopo questa crisi, niente sarà più come prima in Europa.
La firma del nuovo memorandum sulla Grecia è sicuramente una capitolazione della democrazia e delle lotte portate avanti dal popolo greco, una sconfitta, una sorta di tortura economica inflitta sulla carne viva di giovani e pensionati, donne e lavoratori della Grecia, un esercizio di sadismo sociale degli autocrati dell’austerità sulla comunità ellenica. Ma è anche una sconfitta dell’Europa e una piccola “vittoria di Pirro” della Germania.

Leggi tutto...
 
America oggi
Scritto da Maria Nadotti   

La cronaca di questi ultimi mesi è nota: Ferguson, Baltimora, New York, North Charleston, Cleveland. La dinamica è sempre la stessa: un poliziotto bianco spara a un nero inerme, talora di spalle, e lo uccide.
Eric Garner (43 anni, New York, 17 luglio 2014), Michael Brown (18 anni, Ferguson, 9 agosto 2014), Tamir Rice (12 anni, Cleveland, 22 novembre 2014), Walter Scott (50 anni, North Charleston, 4 aprile 2015), Freddie Gray (25 anni, Baltimore, 12 aprile 2015).

Leggi tutto...
 
Scrivere, pubblicare
Scritto da Nicola Lagioia   

Proverò a ragionare da scrittore, ma anche da persona che ogni giorno ha a che fare con l’editoria non solo libraria, visto che lavoro da anni per una casa editrice indipendente, e contribuisco a gestire un blog letterario, e un mese ogni tre o quattro conduco una trasmissione radiofonica.
Il problema da cui partirei è che a un certo punto, per forza di cose – dopo che sei stato pubblicato, o indipendentemente dal fatto di essere pubblicato, per il semplice fatto di lavorare in una casa editrice per esempio – si entra nell’agone pubblico, e si ha a che fare con degli interlocutori più o meno istituzionali, si chiamino case editrici, giornali, festival, radio, televisioni, oppure anche quello strano interlocutore che è il pubblico dei lettori.

Leggi tutto...
 
Spiagge, mafia e beni comuni
Scritto da Alex Giuzio   

Le recenti inchieste classificate sotto il nome di “Mafia capitale” hanno rappresentato l’emblema della corruzione e del malaffare che avvolge l’Italia. Ma se alle vicende più note che si infilano fin dentro al Campidoglio la stampa generalista sta continuando a dedicare ampio spazio, c’è un filone delle indagini più periferico e di cui si è parlato molto meno, e cioè gli abusi edilizi e le pratiche illegali avvenuti sul litorale di Ostia, che rappresentano quanto potrebbe presto avvenire lungo tutte le spiagge italiane.

Leggi tutto...
 
Traverso e gli intellettuali
Scritto da Piergiorgio Giacchè   

“Enzo Traverso è uno storico italiano, da anni attivo in Francia”, ci dice la voce di Wikipedia, il dizionario-oracolo dei nostri tempi e mondi. Poi aggiunge che è stato in Germania e infine che da due anni insegna anche in America, a Ithaca… paradossale approdo di un forse definitivo “non ritorno”. Se Traverso fosse un chimico o un fisico o al limite un medico si parlerebbe di “fuga dei cervelli”, ma questa dizione non si applica agli studiosi di storia e di scienze politiche e sociali: certo per sventurata sottovalutazione di chi studia con profitto scienze senza profitto, ma anche per la fortunata licenza di fuggire e viaggiare che è concessa ai ricercatori di scienze umane, sempre visti come privilegiati perdigiorno, insomma come “intellettuali”.

Leggi tutto...