Agosto/Settembre N. 170/171
Scritto da Redazione   

Apertura
Sette poesie
di César Vallejo

Persuasioni
La cultura secondo Sinibaldi
di Piergiorgio Giacchè - Come sopravvive un Papa di Iacopo Scaramuzzi - Tracce per la maturità di Gabriele Vitello - Ancora su “I buoni” di Luca Rastello - Brasile 2014, la “derrota” di Luiz Ruffato incontro con Alessandro Leogrande

Ricordo di Bianca Guidetti Serra

Le certezze morali di Santina Mobiglia - Emanuele Artom. Primavera 1944 di Bianca Guidetti Serra

Orizzonti
Il paese dei fuochi: l’Italia del biocidio
a cura di A Sud
Analisi delle lotte ambientali
di Marica Di Pierri e Salvatore Altiero - Le dinamiche dello sviluppo industriale di Giorgio Nebbia - Dal biocidio all’alternativa di Giovanni Carrosio - Mare e petrolio di Alex Giuzio - Le bonifiche in Italia di Marino Ruzzenenti - Beni comuni e comunità di Giovanna Ricoveri - Ripensare il diritto di proprietà di Paolo Maddalena - Epidemiologia e cittadinanza di Gianni Tognoni - Autonarrazione e ricostruzione di Stefano Laffi -  Testimonianze: Chiaiano, Campania di Leandro Sgueglia - Abruzzo, già regione verde di Luigi Iasci e Silvia Ferrantes - Alle porte di Roma di Alessandro Coltré - Valle del Mercure, Basilicata di Ivano Farina - In provincia di Savona di Maurizio Loschi - Civitavecchia, Lazio di Maria Elena Lacquaniti - Gli autori

Arte e parte
I nostri ieri. 3

Domande su romanzo e storia di Lo straniero
Le risposte di Roberto Alajmo, Franco Arminio, Arrigo Arrigoni, Silvia Avallone, Silvia Ballestra, Ginevra Bompiani, Alberto Capitta, Alessandro De Roma, Helena Janeczek, Salvatore Mannuzzu, Alessandro Mari, Gilda Policastro, Luca Ricci, Igiaba Scego, Aldo Tanchis, Chiara Valerio, Massimiliano Virgilio

Leggi tutto...
 
I volontari dell’ottimismo
Scritto da Piergiorgio Giacchè   

È difficile e forse poco educato inserirsi in una conversazione, ma per molti motivi, fra i quali la stima e l’amicizia, non possiamo farne a meno. Ora, la stima esige una lettura attenta e l’amicizia una certa franchezza, rendendo il lavoro del lettore più ingrato di quello dello scrittore, mentre ci si infila come terzi incomodi fra le pagine di un libro che avrebbe voluto intitolarsi “questo non è un libro”. Ma poi in fondo lo è.
Marino Sinibaldi intervistato da Giorgio Zanchini racconta e riflette sulla “cultura” del suo e del nostro tempo facendone un bilancio e un presagio di uguali minime ma soddisfacenti dimensioni: Un millimetro in là (Laterza) è davvero quanto si può fare e sperare lavorando “in cultura” nella nostra epoca e società. E non si può non essere d’accordo, sia guardando al passato sia indovinando il futuro, che quel millimetro prezioso sia la ragionevole unità di misura di quanto la cultura possa e debba servire.

Leggi tutto...
 
Brasile 2014, la nuova “derrota”
Scritto da Luiz Ruffato   

incontro con Alessando Leogrande
traduzione di Marta Silvetti

Luiz Ruffato (di cui La Nuova Frontiera ha proposto in italiano i romanzi Sono stato a Lisbona e ho pensato a te e Di me ormai neanche ti ricordi) è probabilmente il più interessante tra gli autori brasiliani emersi negli ultimi anni. Sul n. 162/163 di “Lo straniero” abbiamo pubblicato il suo Discorso di Francoforte. L’intervista che segue è stata realizzata con la collaborazione della redazione di La Nuova Frontiera all’indomani della finale degli ultimi Campionati del mondo di calcio.

Leggi tutto...
 
Le dinamiche dello sviluppo industriale in Italia
Scritto da Giorgio Nebbia   

Produzione di merci e ambiente
Lo sviluppo industriale e le sue conseguenze sull’ambiente e sulla stessa vita, umana e non-umana, sono continuamente variati nei diversi periodi storici; la stessa parola “sviluppo” sta a indicare una continua modificazione che dipende dalle condizioni economiche e culturali le quali sollecitano continue variazioni e innovazioni tecniche e produttive. La conoscenza dei caratteri della produzione industriale e della sua evoluzione nel tempo aiutano, quindi, a comprendere gli errori compiuti e, entro certi limiti, (si spera) a orientare le scelte produttive future.

Leggi tutto...
 
Le certezze morali
Scritto da Santina Mobiglia   

Bianca Guidetti Serra amava dire: “Al mio funerale non piangete, perché sono contenta della mia vita. Ho avuto una vita indipendente, ho fatto quello che volevo, le cose in cui credevo, e ho avuto la fortuna di fare un lavoro che mi piaceva”. La sua è stata una vita di intenso impegno civile, politico, culturale, ma si sentiva realizzata soprattutto per il suo lavoro di avvocato, che ha svolto con passione, fuori dalla routine, in modo generoso e militante per oltre cinquant’anni (dal 1947 al 2001), sempre in difesa dei più deboli.

Leggi tutto...
 
Maino contro il dopostoria insensato
Scritto da Gianfranco Bettin   

“Cartongesso, penso, metà cartone, metà gesso, il cartone delle baracche da dove tutti veniamo, il gesso che si sfarina come cocaina, quella che tutti aspirano…”
Negli ultimi vent’anni il Nordest italiano è stato scandagliato e raccontato in lungo in largo e in profondità. Gli hanno dato voce e rappresentazione sia la saggistica (non raramente apologetica), che la narrativa e la poesia (ma anche cinema, tv, il teatro con Marco Paolini e altri, le arti figurative, compreso il fumetto, come ha fatto ultimamente Pia Valentinis nel commovente graphic novel Ferriera, una biografia operaia ambientata a Udine, Coconino Press/Fandango).

Leggi tutto...